Home

Il Decreto Ministeriale n. 55 del 3 aprile 2013, così come modificato dal D.L. 66/2014, ha fissato la decorrenza degli obblighi di utilizzo della fatturazione elettronica nei rapporti economici con la Pubblica Amministrazione, ai sensi della legge 244/2007, art. 1 commi da 209 a 214.

In ottemperanza a tale disposizione, questa Amministrazione, a decorrere dal 31 marzo 2015, non potrà più accettare fatture che non siano trasmesse in forma elettronica secondo il formato di cui all’allegato “A” Formato delle fatture elettroniche” del citato DM n. 55/2013.

Inoltre, trascorsi 3 mesi dalla suddetta data, questa Amministrazione non potrà procedere ad alcun pagamento, nemmeno parziale, sino alla ricezione della fattura in formato elettronico. Per le finalità di cui sopra, l’articolo 3 comma 1 del citato DM n. 55/2013 prevede che l’Amministrazione individui i propri Uffici deputati alla ricezione delle fatture elettroniche inserendoli nell’Indice delle Pubbliche Amministrazioni (IPA), che provvede a rilasciare per ognuno di essi un Codice Univoco Ufficio.

L’informazione relativa al Codice Univoco Ufficio deve essere inserita obbligatoriamente nella fattura elettronica in corrispondenza dell’elemento del tracciato 1.1.4 denominato “Codice Destinatario” e rappresenta l’identificativo univoco che consente al Sistema di Interscambio (SdI), gestito dall’Agenzia delle Entrate, di recapitare correttamente la fattura elettronica all’ufficio destinatario. Pertanto, le fatture elettroniche indirizzate a questo Comune, a secondo dell’area che ha ordinato la fornitura, devono contenere i seguenti elementi specifici (come riportato sul sito: www.indicepa.gov.it) che è possibile consultare dall'allegato.

Visto il Piano di Interventi per i servizi di cura agli anziani non autosufficienti residenti nei comuni dell’Ambito A6 – Piano Azione e Coesione (PAC)

SI RENDE NOTO

 

che può essere presentata istanza per l’ammissione al Servizio di assistenza domiciliare socio-assistenziale  (SAD e ADI) per anziani residenti nei comuni di Avella, Baiano, Domicella, Lauro, Marzano di Nola, Moschiano, Mugnano del C:le, Pago V.L., Quadrelle, Quindici, Sirignano, Sperone, Taurano, che abbiano un’età pari o superiore a 65 anni.

Destinatari e requisiti di accesso:

I requisiti di ammissione per la fruizione dei servizi di cui al presente avviso sono i seguenti:

·         cittadinanza italiana o di uno Stato aderente all’Unione Europea. Il cittadino di altri Stati è ammesso soltanto se titolare di permesso di soggiorno;

·         residenza o domicilio in uno dei Comuni del Distretto;

·         età non inferiore ai 65 anni;

·         assenza o carenza familiare determinante solitudine ed isolamento;

·         stato di malattia o di invalidità che comporti temporanea o permanente perdita dell'autosufficienza, con priorità per gli allettati nel caso di ADI;

·         stati particolari di bisogno e di necessità.

Il possesso dei requisiti di carattere sanitario ( non autosufficienza ) sarà verificato e attestato dall’Unità di Valutazione Integrata (U.V.I.) di riferimento del Distretto sanitario n. 6 di Baiano.

 

Modalità di presentazione delle domande

L’istanza redatta su modello conforme all’Allegato “A” dovrà essere presentata all’Ufficio Protocollo del Comune di residenza entro e non oltre il giorno  30/03/0215

 

Per Maggiori informazione consultare la documentazione allegata

Informazioni aggiuntive

  • Scade Lunedì, 30 Marzo 2015
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>
Pagina 1 di 19